Le Ribelli_Antigone 3.0

donne che hanno sfidato o scelto la mafia

La donna della famiglia mafiosa sa? Quanto è consapevole? Sceglie di far parte dell’organizzazione mafiosa? Come fa ad uscirne? Può arrivare ai vertici dell’organizzazione? Cosa vuol dire per una donna lottare contro la mafia? A cosa può arrivare una madre di mafia per salvare i propri figli? Prevale la famiglia mafiosa rispetto all’amore per i figli?

Questi solo alcuni degli interrogativi che risolverà l’attrice durante lo spettacolo, con un curioso excursus per raccontare il mondo femminile all’interno della mafia e le donne che l’hanno combattuta oppure scelta: e che si concluderà con un momento interattivo di chiacchierata con il pubblico.

Eleonora Frida Mino racconta storie di donne coraggiose e ostinate che hanno sfidato e lottato contro la mafia. Di donne che hanno subito il sistema mafioso o donne che hanno abbracciato e sostenuto la mafia: vittime o carnefici. La narrazione è accompagnata dalla musica e dalla pittura dal vivo, che dà forma e colore alla parola.

E’ disponibile lo spettacolo completo con una performance che tocca tutti i personaggi femminili e le tre tematiche (essere madre, figlia, la carriera),
Scarica qui la scheda di LE RIBELLI_PROGETTO ANTIGONE 3.0.

Oppure è disponibile la trilogia dei tre reading teatrali: ogni appuntamento fotografa storie di donne diverse e differenti vite a confronto, su una particolare tematica (essere madre, figlia, la carriera), un cammino fra scelte complesse e la forza ribelle dei sentimenti.
Scarica qui la scheda della TRILOGIA ANTIGONE 3.0.


Le tematiche femminili e le donne:
- le “figlie” di mafia, due scelte di vita completamente diverse: Denise Cosco, testimone di giustizia e figlia del boss della ‘ndrangheta Carlo Cosco e di Lea Garofalo, testimone di giustizia; e Lucia Riina, figlia del boss Salvatore Riina;
– le “carriere” femminili: Emanuela Loi, agente di Polizia e scorta di Paolo Borsellino, e Marisa Merico Di Giovine “principessa della ‘ndrangheta”;
- “essere madre”: Maria Stefanelli, che salvò la figlia dalla sua famiglia ‘ndranghetista e da un destino di violenza già scritto; Suor Carolina Iavazzo, che fu accanto a Padre Pino Puglisi nel quartiere Brancaccio di Palermo e che strappò molti bambini e ragazzi alla strada e alla vita mafiosa; e Giovanna Cannova, che rinnegò la figlia Rita Atria, perché la giovane scelse di diventare testimone di giustizia e di lasciare la “famiglia” mafiosa.

Il reading dedicato alle madri è stato il nuovo reading per la stagione 2017/2018 e l’ultimo che chiude la trilogia. 
Cliccando qui puoi visionare il video con body painting madri contro la mafia e madri di mafia”.
Inoltre “Le madri” è stato selezionato per il Festival Giocateatro 2018  Qui è possibile SCARICARE LA SCHEDA: LE MADRI

Dopo il tutto esaurito dei reading per la stagione 2016/2017 e 2017/2018 nel 2019 debutta lo spettacolo completo “Le Ribelli”. Clicca la pagina tournée per le date.


Progetto di e con
ELeonora Frida Mino

Con la collaborazione di
Roberta Triggiani

Testi di
Eleonora Frida Mino e Roberta Triggiani

Musicisti in scena
Matteo Castellan (fisarmonica), Giulia Subba (violino)

Illustra dal vivo
Giulia Salza

Luci
Simona Gallo

Progetto realizzato con il sostegno della
Fondazione CRT e di Enti locali

Sono previste repliche serali per pubblico generico e matinée per le Scuole Superiori, cui segue conversazione con l’attrice.

Clicca qui per la rassegna Stampa completa e seguici sui social!